Ubisoft ha annunciato i risultati finanziari relativi all’anno fiscale 2018/2019: i guadagni sono alti come la compagnia si aspettava.

I giochi in digitale sono andati meglio delle più rosee aspettative, con un +69% pari a 1.397 milioni di euro, e anche i servizi live stanno vivendo un momento di grazia. Ubisoft è cresciuta molto anche in alcuni mercati ben precisi, come quello PC, in aumento del 79%, mobile +73% e il mercato Asiatico con un +62%. Al momento in cui scriviamo Ubisoft può vantare ben 100 milioni di giocatori presenti sul mercato.

Durante l’anno fiscale 2018/2019, la casa francese fatto profitti per ben 2.029 milioni di euro, con un in +17% rispetto all’anno precedente. Ottime anche le vendite tradizionali che hanno generato profitti per 1.147 milioni di euro e un +57%. Tutto questo si traduce in 310 milioni di euro di liquidità che Ubisoft possiede.

Le vendite di The Division 2 su console sono andate bene, ma leggermente al di sotto delle aspettative. Su PC invece rispettano le previsioni con le vendite su Uplay in aumento di circa 10 volte rispetto a The Division. Assassin’s Creed Odyssey vende bene ancora oggi e ha fatto molto meglio di Assassin’s Creed Origins. For Honor ha superato i 20 milioni di giocatori, mentre Rainbow Six Siege va alla grande ed è al suo terzo anno consecutivo di crescita. Far Cry 5 è di fatto il gioco Ubisoft più venduto della current-gen di console.

La casa francese si aspetta per il futuro una ulteriore crescita, e ha ancora degli obiettivi, come quello di pubblicare almeno 3 nuovi titoli nel quarto trimestre dell’anno fiscale tra gennaio e marzo 2020.